Newsletter, la protagonista inattesa del marketing digitale

di Mattia Capelletti

Il nuovo-vecchio strumento ideale per la comunicazione B2C e B2B

 

Strano ma vero, la newsletter sembra essere – in questo inizio di 2017 - lo strumento più utile e fruttifero per fare web marketing. È, altrettanto, uno degli strumenti più sottovalutati dagli esperti del settore e dalle aziende, che però stanno cominciando a comprenderne l’importanza.

Secondo questo studio realizzato da MailUp su un campione di 10.000 clienti in Italia, le newsletter inviate nel 2016 sono state più di 12 miliardi, con un incremento notevole rispetto al 2015.

 

 

 

Le newsletter, nel comparto B2B (business to business) hanno ottimi riscontri: le aperture si aggirano intorno al 27%, con picchi del 45% per il settore finanziario.
Nel comparto B2C (business to consumer) hanno negli enti pubblici e nelle organizzazioni politiche due grandi utilizzatori, che riscuotono ottimo successo (tasso di apertura rispettivamente del 53% del 42%).

 

Ciò che rende unica la newsletter è la possibilità di comunicare direttamente con clienti che già hanno avuto a che fare con il brand e sono dunque bendisposti alla ricezione di nuove offerte. Parlare direttamente ai propri clienti è proficuo e semplice, grazie a strumenti specifici offerti dalle piattaforme professionali di email marketing.

 

Sono principalmente 4 gli elementi dell’email marketing appetibili per le aziende:
- i campi dinamici: permettono una comunicazione personalizzata per ciascun destinatario, a seconda dell’esigenza o della possibilità d’interazione con il cliente;
- A/B test: per avere a disposizione due alternative di uno stesso elemento che verranno inviate allo stesso segmento di pubblico, al fine di capire quale delle due è la migliore soluzione possibile;
- form di autoproliferazione: la possibilità di avere a disposizione informazioni personali, per filtrare il database e avere gruppo più omogeneo di clienti. In questo modo, si inviano contenuti con maggior precisione e con più possibilità di apertura;
- l’email marketing automation.


L’email marketing automation è una funzionalità dall’altissimo potenziale comunicativo e commerciale.
È un mix di strumenti e azioni, coordinati attraverso una piattaforma, che ha come obiettivo l’automatizzazione della strategia di email marketing. Molte aziende devono automatizzare l’invio di newsletter programmate per renderlo più veloce, semplice da gestire ed efficace, sfruttando al meglio tutte le possibilità del proprio archivio dati.

Un sistema automatizzato dà la possibilità di:
- vendere più prodotti tramite l’invio automatico ai clienti di offerte mirate durante periodi specifici;
- creare una relazione più stretta tra l’azienda e i propri clienti, grazie a email di benvenuto, di auguri, di ringraziamento;
- riduce i rischi di email errate e garantisce la continuità della comunicazione, senza una supervisione costante.

Due sono le realtà per cui le newsletter automatizzate sono indispensabili.
1) Per gli e-commerce, con la possibilità di inviare una comunicazione sulle loro offerte in tempo per i saldi o per i periodi di festa; oppure per dare l’opportunità ad una persona che abbandona il carrello di provare ad acquistare lo stesso prodotto (es. con una email automatica dopo 1 ora e la seconda a 48 ore dall’abbandono, con la possibilità di avere il 10% di sconto);

2) Per le attività di pr, che così possono avvisare gli invitati ai loro eventi, in tempo per potervi partecipare (es. una email automatica per l’iscrizione obbligatoria, un mese prima dell’evento; un promemoria qualche giorno prima, per ricordare l’impegno).


Le aziende a cui non piacciono le email, possono ripiegare sull’invio gestito di SMS, uno strumento comunque valido per parlare velocemente e in modo diretto con i clienti acquisiti, come dimostra il sondaggio di MailUp.

 

 

 

Ogni realtà può usare la newsletter o gli SMS con continuità e sfruttarne tutti i vantaggi: capillarità di ricezione, alto contenuto informativo, capacità di creare un flusso di utenti amici verso il proprio sito web, reminder per offerte o eventi speciali. E con i report è possibile valutare nel dettaglio le reazioni del pubblico e agire di conseguenza, migliorando il contenuto delle comunicazioni.

Parlare ai propri clienti non è mai stato così facile, importante e creativo. Una vera opportunità di comunicazione da non perdere.

 

Richiedi informazioni gratuite